Tutela per Infortuni sul Lavoro

Infortunistica Italiana Franchising analizzerà i fatti e le circostanze in cui si è verificato il sinistro e valuterà l'eventuale responsabilità a carico dell'azienda o dell'ente competente. Una volta eseguita tale valutazione, in presenza di condizioni favorevoli, si procederà al recupero del danno subito, offrendo una serie di servizi volti a tutelare il privato cittadino.

Infortunio sul Lavoro:

Si definisce infortunio sul lavoro un evento traumatico avvenuto in occasione di lavoro a chiunque presti la propria opera, dipendente, collaboratore, familiare, socio, dal quale sia derivata o la morte o l' inabilità permanente o temporanea al lavoro e che comporti l’astensione dal lavoro per più di tre giorni.

Infortuni in Itinere:

Si intendono gli infortuni occorsi durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro, durante il normale percorso che collega due luoghi di lavoro se il lavoratore ha più rapporti di lavoro e, qualora non sia presente un servizio di mensa aziendale, durante il normale percorso di andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti.


* NB: Invitiamo tutti i possibili danneggiati a contattare la Direzione Generale Italia di "Infortunistica Italiana Franchising" per informarsi se l'agenzia di zona dispone di tutti i servizi sopraelencati poiché è data facoltà alla filiale di attivarli.


News | Archivio News | Reportage


13/06/2018

Danno da vacanza rovinata

L'art. 47 del Codice del Turismo (d.lgs. 79/2011) definisce il danno da vacanza rovinata come “un risarcimento del danno correlato al tempo di vacanza inutilmente trascorso ed all'irripetibilità dell'occasione perduta”, a patto che l'inadempimento sia “di non scarsa importanza”.

Prima del d.lgs. 79/2011, tale voce di danno veniva .....

07/06/2018

Sanzioni e decurtazione punti cambio netto di interpretazione da parte della Cassazione

Il nostro Codice della Strada all'art.126 bis, comma 2, prevede per le infrazioni che non possono essere contestate nell'immediatezza (si pensi ad esempio al caso dell'eccesso di velocità rilevato tramite dispositivo tecnologico), che il proprietario del veicolo debba sempre fornire all'organo accertatore, entro 60 giorni dalla notifica del verbale, i dati dell’effettivo conducente in modo da poter decurtargli i punti della patente...........

18/01/2018

Guida in stato d'ebrezza: facciamo un po' di chiarezza...

Il nostro bel paese è famoso nel mondo per il buon cibo e l'eccellente qualità dei vini prodotti...tuttavia se il bere bevande alcoliche di per sé non è illegale, cosa può succedere se dopo aver bevuto un bicchiere di troppo ci mettiamo alla guida e veniamo fermati dalle forze dell'ordine?