Direzione Generale Italia Direzione Centro e Sud Italia Info Franchising Menu
Sinistri auto
Malasanità
Infortuni sul lavoro
Gestione pratiche risarcimento danni
Disdrigo pratiche equitalia
Sinistri nautici
Sinistri abitazioni
Infortuni Sportivi
Insidie trabocchetto suolo pubblico
Sinistri su mezzi pubblici
Trattative sinistri su polizze infortuni
Studi legali convenzionati
Sinistri animali vaganti
Sinistri in agricoltura
Ricorsi per multe
Intossicazioni alimentari
Pulsante servizi
Archivio News > 20/02/2007 - Il clima cambia e le assicurazioni tremano

Inverno torrido al sud. Devastanti cicloni al nord. Europa e Stati Uniti ormai stanno accusando il colpo degli effetti del riscaldamento globale. E le assicurazioni fanno i conti di questo disastro ambientale. Le compagnie registrano infatti un aumento dei danni legati ai fenomeni climatici estremi. Già da tempo le maggiori assicurative internazionali diffondono dati e rapporti che meritano di essere presi in considerazione.
Secondo Munich Re, le perdite totali del settore assicurativo su base annua sono passate da una media dai 4 miliardi degli anni ottanta ai 40 miliardi degli anni novanta, con un picco di 225 miliardi nel 2005. Secondo la compagnia assicurativa Swiss Re le perdite dovute a tempeste invernali, come quella causata dal ciclone Kyrill, sono attualmente pari a 2,6 miliardi di euro in Europa. Tra 80 anni si potrà raggiungere quota 3,5 miliardi di euro. Questo metterà a dura prova la capacità delle assicurazioni di far fronte ai rischi dei cambiamenti climatici.
Per fermare il riscaldamento globale bisogna che i Paesi industrializzati abbattano le proprie emissioni del 30 per cento al 2020 e di oltre il 60% al 2050. L’Italia è in colossale ritardo nel rispetto degli obblighi di Kyoto e delle rinnovabili.
La soluzione è nell’efficienza energetica e nello sfruttamento delle fonti rinnovabili. Il 34% dell’energia mondiale potrà arrivare dal vento entro il 2050. Il vento permetterà di "risparmiare", ossia di non emettere in atmosfera, ben 110 miliardi di tonnellate di CO2 da qui al 2050, pari alle emissioni di anidride carbonica dell’intera Europa in circa 25 anni. Anche il solare fotovoltaico è in forte crescita e fornirà energia a oltre un miliardo di famiglie nel mondo entro il 2025, creando 2 milioni di nuovi posti di lavoro già nel 2020.

NEWS
20/03/2018
Strada innevata risarcisce la pubblica amministrazione ?
Questo inverno ci ha riservato non poche sorprese da un punto di vista meteorologico e se ormai il cosiddetto Burian sembra passato, il ...
18/01/2018
Guida in stato d'ebrezza: facciamo un po' di chiarezza...
Il nostro bel paese è famoso nel mondo per il buon cibo e l'eccellente qualità dei vini prodotti...tuttavia se il bere bevande alcoliche ...
27/03/2017
Risarcimento danni per cause imputabili all'Amministrazione Comunale
I danni subiti, per essere risarciti dall'Amministrazione Comunale, devono essere stati provocati da cause in cui si possa ravvedere una ...
Infortunistica Italiana Sede Legale Via Mazzini 184/c Porretta Terme (Bo) - tel 051 875823 - P.IVA e C.Fisc. 02735761203 | Powered by Hotminds Srl